Spazio Giovani

La parrocchia di Feletto ha sempre avuto -e continua ad avere- un occhio di riguardo per i giovani! Per questo motivo cerca di seguirli in maniera significativa nel loro cammino di formazione e scelta di vita cristiana.
L'idea guida di tutte le attività giovanili che vengono svolte è quella di far affrontare ai ragazzi un percorso, un cammino che fa parte di un progetto che li vede coinvolti dalle elementari fino alla cresima e oltre: un progetto che mira a far conoscere ai giovani il Vangelo, a farglielo capire e ad aiutarli a viverlo concretamente e quotidianamente.

CATECHISMO

La prima fase è senza dubbio quella del catechismo, al quale i bambini sono invitati a partecipare sin dai primi anni delle scuole elementari. In questo periodo imparano a conoscere il Vangelo e i “rudimenti” della vita cristiana, seguiti dai catechisti che li aiutano in questo loro cammino di formazione.

ANIMAZIONE

Una volta giunti in quinta elementare, oltre all'attività del catechismo, vengono proposte anche diverse attività di animazione! I ragazzi vengono infatti divisi in gruppi (in base all'età) e affidati a dei responsabili che si assumono l'onere e -appunto- la responsabilità di portare avanti tali gruppi fino al momento della cresima. Molto spesso questi stessi responsabili diventano anche i catechisti dei ragazzi: questo proprio per l'idea di “cammino-progetto”, che per poter essere portata avanti nel migliore dei modi deve vedere coinvolti i giovani in modo continuativo e serio.
Le attività di animazione che vengono proposte sono di vario genere: incontri di tipo ludico (giochi di gruppo, ritrovi per mangiare una pizza o un gelato, vedere un film, ecc.) e incontri di tipo spirituale (veglie di preghiera, momenti di riflessione sulla Bibbia e sul Vangelo, andare assieme a messa ogni settimana, ecc.). Tutte queste attività sono portate avanti grazie anche all'aiuto fornito dagli “animatori-educatori”, che sono a loro volta dei giovani che hanno già seguito e concluso il cammino che li ha portati sino alla cresima.
Uno degli aspetti importanti di tutte queste attività è che la parola chiave su cui si basano è “insieme”: questo per insegnare ai ragazzi che far parte di una comunità è come far parte di una grande famiglia che, nel caso dei nostri gruppi parrocchiali, vive seguendo gli insegnamenti che Gesù ci ha trasmesso.

CAMPEGGI ESTIVI A CABIA

Spesso però le attività di formazione che vengono proposte non raggiungono il loro scopo se non vengono affiancate da esempi concreti! Per questa ragione, alla fine di ogni anno scolastico durante le vacanze estive, vengono organizzati i campeggi parrocchiali nella casa di Cabia, un paesino situato sopra Arta Terme.
Ogni gruppo partecipa ad una settimana di campeggio e in questa settimana viene fatto vivere concretamente ai ragazzi il Vangelo: ciò significa che, oltre ai giochi organizzati dagli animatori, ci sono anche momenti di preghiera, di riflessione e soprattutto di servizio. In questo modo ognuno può sperimentare cosa significa vivere seguendo gli insegnamenti che Gesù ci ha lasciato!

Una volta giunti al momento della cresima, questo primo cammino di formazione giunge al termine e, qualora i ragazzi lo desiderino, possono decidere di diventare a loro volta degli animatori, per poter così trasmettere ai più giovani quello che hanno imparato e vissuto!
Per coloro che scelgono di non diventare animatori, ci sono comunque altre iniziative volte ad accrescere il proprio bagaglio formativo in materia di fede.

INIZIATIVA “VILLA APERTA”

Oltre alle varie attività di animazione proposte ai diversi gruppi, c'è anche una piccola attività di oratorio la domenica mattina subito dopo la messa (dalle 11:20 circa fino alle 12:00) in cui viene aperta Villa Tinin per poter permettere ai bambini e ai ragazzi di stare insieme e giocare insieme: a calcetto, ping pong, calcio, pallavolo e chi più ne ha più ne metta! Lo scopo di questo piccolo ritaglio di tempo domenicale è quello di fornire un punto di aggregazione per i giovani, per sottolineare ancora una volta l'importanza dello “stare assieme”.